Navigazione veloce

Note legali

Contenuti e responsabilità

Questo è il sito istituzionale tramite il quale la Scuola si impegna a corrispondere al principio generale di trasparenza, quale definito dal D.Lgs 33 del 14 marzo 2013, art. 1, cc. 1 e 2:

  1. La  trasparenza  è intesa  come  accessibilità  totale  delle informazioni  concernenti  l’organizzazione   e   l’attivita’   delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire  forme  diffuse  di controllo  sul   perseguimento   delle   funzioni   istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.
  2. La trasparenza, nel rispetto delle disposizioni  in  materia  di segreto di Stato, di segreto d’ufficio, di segreto  statistico  e  di protezione dei dati  personali,  concorre  ad  attuare  il  principio democratico  e  i  principi   costituzionali   di   eguaglianza,   di imparzialita’,  buon   andamento,   responsabilita’,   efficacia   ed efficienza nell’utilizzo di risorse pubbliche, integrita’  e  lealta’ nel servizio alla nazione.  Essa  è  condizione  di  garanzia  delle liberta’  individuali  e  collettive,  nonche’  dei  diritti  civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre  alla  realizzazione  di  una  amministrazione  aperta,  al servizio del cittadino.

 Lo stesso Decreto definisce alcuni contenuti obbligatori ed è unicamente rispetto ad essi che il dirigente scolastico porta le responsabilità quali previste dalla normativa, in particolare riconoscendo il diritto di chiunque, senza limitazione alcuna quanto alla legittimazione soggettiva, di richiedere l’accesso a qualsiasi documento o informazione la cui pubblicazione obbligatoria sia stata omessa. Ciò secondo quanto previsto dall’art. 5 del decreto.

La Scuola, e per essa il dirigente, risponde altresì della correttezza e integrità di tutti i documenti pubblicati con la sottoscrizione, anche a carattere di stampa, del dirigente scolastico o di altro personale incaricato, ma per nessun motivo risponde della completezza e precisione delle informazioni fornite al fine di agevolare l’interazione degli allievi e delle loro famiglie, nonché del personale della scuola, con le varie istanze amministrative e didattiche. Ad ovviare al rischio di errori o dimenticanze, a qualsiasi motivo imputabili, la Scuola sollecita tutti gli utenti del sito a segnalare imprecisioni e a richiedere la pubblicazione di informazioni ritenute utili e consente la richiesta di informazioni telefoniche relativamente a quanto risulta comunicato in forma non chiara o addirittura non comunicato.

 Caratteristiche tecniche

 Il sito web della Scuola è costruito nel rispetto di quanto riguarda il diritto di accesso agli utenti che si avvalgono di ausili tecnici. Anche in questo caso, la Scuola non è tecnicamente in grado di rispondere della piena conformità agli standard previsti (WCAG 2.00 livello AA), ma invita tutti gli utenti a segnalare le difformità riscontrate, in particolare quelle che possono effettivamente limitare l’accesso al sito di persone disabili, con evidente lesione dei principi costituzionali del dovere inderogabile “della solidarietà politica, economica e sociale” (Costituzione della Repubblica italiana, art. 2) e  di eguaglianza, per affermare il quale la Repubblica assume il compito di “rimuovere gli  ostacoli  di ordine economico e sociale,  che,  limitando  di  fatto  la libertà e  l’eguaglianza  dei  cittadini,  impediscono  il pieno  sviluppo   della   persona   umana   e   l’effettiva  partecipazione di  tutti  i  lavoratori  all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese” (art. 3)

 Proprio perché si sono assunte, con soluzioni conformi agli standard tecnici correnti, misure di protezione del sito dall’intrusione di virus e altri malware che possano danneggiare il sito e l’integrità dei dati,  alla Scuola non può essere imputata la responsabilità di effetti nocivi prodotti da eventuali virus quanto alla sicurezza delle apparecchiature hardware degli utenti connesse al sito, quanto alla sicurezza dei dati in esse archiviati.

 Modalità di navigazione, servizi in rete  e privacy (vedi anche l’informativa sulla privacy)

 Tutti i dati, i documenti e le informazioni “concernenti  l’organizzazione   e   l’attivita’   delle pubbliche amministrazioni”, sono accessibili nelle diverse pagine del sito, senza la necessità di registrazione e di collegamento ad aree riservate tramite chiavi esclusive di identificazione (D.Lgs 33 del 14 marzo 2013, art. 2, c. 2).

In tal modo, i visitatori del sito non sono richiesti di alcun dato personale. La tracciatura degli identificativi delle macchine da cui si effettua l’accesso al sito, il numero e i titoli delle pagine visitate, il tempo di permanenza sul sito, etc. sarà utilizzata unicamente a fini statistici (elaborati con procedure informatiche automatiche) e al fine di individuare i responsabili di eventuali comportamenti volti a minare la sicurezza del sito o a limitarne il funzionamento.

Le aree riservate presenti sul sito non presentano alcun atto o documento ufficiale o informazione significativa, quanto piuttosto materiali di discussione in preparazione di riunioni degli organi o materiali didattici rivolti a singole classi in determinati ambiti disciplinari.
             
L’istituzione di servizi telematici è richiesta dall’art. 63, c. 3-bis dello stesso D.Lgs 82/2005 che impone a tutte le amministrazioni pubbliche, compresi gli istituti e le scuole di ogni ordine e grado, di avvalersi, a far luogo dal 1 gennaio 2014, di servizi telematici tanto per la ricezione di istanze, richieste, atti e documenti da parte degli utenti quanto per la trasmissione ad essi delle diverse comunicazioni.

Le procedure adottate nell’attivazione dei servizi in rete sono conformi a quanto richiesto dalla normativa vigente:

  1. L’identificazione informatica (D.Lgs 82/2005, art. 1, lett. u-ter) assume il valore di firma elettronica (art. 1, lett. q)
  2. L’invio da parte dell’utente del modulo elettronico compilato produce l’acquisizione dei dati a una base dati della scuola, da cui sarà generato con procedura informatica automatizzata il testo discorsivo della richiesta o della istanza che, protocollato e archiviato in forma digitale, entro 24 ore sarà inviato via e-mail al mittente della comunicazione perché, verificatene la conformità, lo tenga come dichiarazione di ricevuta da parte della scuola. Al momento dell’invio della comunicazione, comunque, il sistema  trasmette immediatamente una e-mail di conferma o di notifica dell’invio, con dichiarati i dati trasmessi, tanto alla scuola quanto all’accedente. Tale e-mail, il cui testo non è modificabile, costituisce, come richiesto dalla norma, la condizione di validità della comunicazione telematica .
  3. Il servizio è gestito in proprio dalla Scuola.